Viaggi Auschwitz viaggi Cracovia. Servizio di accompagnamento in Italiano
Servizi di accompagnamento in italiano
EWA PIĄTKOWSKA servizi di accompagnamento per italiani in viaggio a Cracovia, Auschwitz e regione Małopolska

Il Percorso di Karol Wojtyła visualizza PDF

Estratto da una guida ufficiale del Comune di Wadowice

Il percorso di Karol Wojtyła a Wadowice
Wadowice – città natale di Giovanni Paolo II, situata ai piedi dei monti di Beskid Mały, sul fiume Skawa. La città del Papa ha quasi 20 mila abitanti ed è la sede del comune, nonché nelle autorità della provincia. La città è attraversata dalla strada nazionale n. 52 che collega Bielsko-Biała e Cracovia e dalla strada nazionale n. 28 che collega Oświęcim e Nowy Sącz. Per motivo della sua localizzazione Wadowice costituisce un perfetto punto di partenza per le escursioni in montagne: Beskid Mały con Leskowcem e Groń Jana Pawła II, Beskid Średni e le catene dell’altopiano. Dalla città prendono l’inizio diversi percorsi pedonali e le piste ciclabili. Arrivando qui troverai monumenti di Wadowice dei tempi della Galizia, i racconti e le leggende dei tempi passati. In questa straordinaria regione da mille anni insegnavano santi uomini trasmettendo la fede degli avi. Qui è nato l’Apostolo del periodo a cavallo dei secoli, papa Giovanni Paolo II.
La mappa del percorso di Karol Wojtyła a Wadowice

Percorso di Karol Wojtyła a Wadowice

Creato nel 2005 per mostrare ai turisti ed ai pellegrini arrivati a Wadowice i luoghi legati all’infanzia e alla giovinezza di Karol Wojtyła. Il percorso ha la lunghezza di circa 4,5 km e conduce a 13 posti. I singoli luoghi sono segnati con le targhe con le foto archiviali e le descrizioni dettagliate che presentano la loro storia.
Museo casa della famiglia del Santo Padre Giovani Paolo II
Museo casa della famiglia del Santo Padre Giovani Paolo II
Il palazzo proviene dal XIX sec. Nel 1919 la famiglia dei Wojtyła prese in affitto l’appartamento con cucina al primo piano. É proprio lì, dove il 18 maggio 1920 nacque Karol Józef Wojtyła – Santo Giovanni Paolo II. Nel 1984 ci venne inaugurata l’esposizione papale aperta per i visitatori. Nel 2010 iniziarono i lavori di ristrutturazione del palazzo durante i quali tutto l’edificio venne adattato al museo. Dopo l’apertura nel 2014 i turisti possono venire a conoscere tutta la vita di Santo Giovanni Paolo II. Il cuore del museo è l’abitazione in cui Karol Wojtyła nacque e crebbe. Al suo interno sono presenti pezzi originali legati alla storia della famiglia Wojtyła. Il tutto è completato dall’arredamento, dai mobili dell’epoca e dai ricordi personali di S. Giovanni Paolo II. Meritano particolare attenzione anche altri elementi, quali ad esempio la replica della Porta Santa del Vaticano, la copia della cripta di S. Leonardo di Wawel, nonché la ricostruzione di frammenti della cava di pietra di Zakrzówek, presso la quale Karol Wojtyla lavorò durante la II Guerra Mondiale. Obbligo di prenotazione. Visita nel periodo estivo (aprile – ottobre) 9.00 – 19.00 (ultimo accesso 17.40), lunedì – domenica. Il martedì entrata libera. Nel periodo invernale (novembre – marzo) 9.00 – 17.00 (ultimo accesso 15.40). All’interno del Museo non è consentito scattare fotografie. Attenzione: le biglietterie si trovano presso il palazzo Dom Katolicki (edificio n. 4 sul Percorso di Karol Wojtyła).

www.domjp2.pl
Museo Civico
Museo Civico
Di fronte all’antica, originale porta della Casa famigliare di Giovanni Paolo II, si trova uno dei palazzi più antichi di Wadowice, costruito all’inizio dell’Ottocento. Attualmente il palazzo è la sede del Sistema d’Informazione turistica della Regione di Małopolska, nonché del Museo Civico (Muzeum Miejskie). Al primo piano si trova l’esposizione intitolata. La mostra presenta la città di Wadowice nel periodo tra la Prima e la Seconda Guerra mondiale ed i luoghi legati alla vita di Karol Wojtyła. Presenta la realtà della città, la sua atmosfera, le persone e la quotidianità in cui si trovò a vivere. Tutto ciò influì in modo eccezionale sul giovane Karol – futuro Pontefice.

www.muzeum.wadowice.pl
Basilica Minore di Presentazione della Beata Vergine Maria
Basilica Minore di Presentazione della Beata Vergine Maria
L'elemento più antico della Basilica è il presbiterio gotico costruito dopo l’anno 1440. La navata è del Settecento, mentre la facciata e la torre risalgono alla fine dell’Ottocento. Dopo l’anno 2000 vennero eseguite le nuove policromie che presentano l’insegnamento di Giovanni Paolo II. L’altare maggiore contiene i dipinti della Madonna e di Ognisanti, che possono essere sostituiti reciprocamente. All’interno della basilica, ci si trovano numerosi altari e quattro cappelle di:
  • Santa Croce con il quadro della Madonna del Perpetuo Soccorso
  • Sacra Famiglia con il fonte battesimale dove venne battezzato Karol Wojtyła
  • Crocifissione; con le reliquie dei santi; padre Pio, Szymon di Lipnica, padre Massimiliano Kolbe, padre Stanislao Kazimierczyk.
  • Giovanni Paolo II con la reliquia di sangue del Papa
www.wadowicejp2.pl
Casa Cattolica
Casa Cattolica
Il 1 settembre 1935 l’arcivescovo di Cracovia, principe Adam Sapieha fece l’atto di benedizione della Casa Cattolica. Alla cerimonia parteciparono il clero con don Leonardo Prochownik alla testa, numerosi cittadini e membri delle associazioni cattoliche. La Casa presto divenne un nuovo centro di vita culturale nella città. I suoi padroni, insieme con una cerchia artistica locale svulupparono le potenzialità teatrali del luogo. Dal 1936 ci venivano presentati i drammi diretti da don Edward Zacher, prete ed insegnante in una scuola media. Fu anche il periodo del debutto di Karol Wojtyła in quando co-regista dello spettacolo Nie-Boska Komedia in cui recitò il ruolo di uno dei personaggi principali, il conte Enrico. Attualmente l’edificio ospita le biglietterie del Museo della Casa Natale del Santo Padre Giovanni Paolo II, nonché la sala conferenze e la sala proiezioni.
Palazzo del Comune - l'antica scuola elementare
Palazzo del Comune - l'antica scuola elementare
Ora, Wadowice, ha come Sindaco una Signora; ai miei tempi, invece, il Sindaco era Teofil Kluk.
Giovanni Paolo II


Il palazzo comunale fu eretto nel 1846. Nel corso della sua storia ospitò gli uffici delle autorità cittadine e provinciali, nonché la scuola distrettuale e quella elementare. Nel periodo successivo alla II Guerra Mondiale, dal 1945 al 1990, l’edificio fu sede degli organi locali dell‘autorita popolare. Solo dopo il cambiamento del sistema e dopo le prime elezioni completamente libere e democratiche (che si tennero il 27 maggio 1990) poté rinascere l’autogoverno locale. Attualmente, il sindaco di Wadowice è Ewa Filipiak – primo cittadino dal 1994. A partire dal 1875, parte dei locali del palazzo fu assegnata alla Scuola Distrettuale. Successivamente, tra le due guerre, vi si svolsero le lezioni della Scuola Elementare Maschile settennale. Dal 1926 al 1930, Karol Wojtyła fu un alunno di questo istituto. Sui banchi di scuola, il 13 aprile 1929, ricevette la tragica notizia relativa alla morte della madre Emilia.
Piazza Principale - Piazza Giovanni Paolo II
Piazza Principale - Piazza Giovanni Paolo II
La forma attuale della piazza principale risale a cavallo tra XVIII e XIX sec. Karol Wojtyła ogni giorno attraversava la piazza principale per arrivare alla scuola elementare e poi alla scuola media inferiore. In piazza pricipale abitavano i suoi amici. In fine, in piazza principale si incontrava con gli abitanti di Wadowice durante i suoi pellegrinaggi in Patria. Negli anni 2010–2013 venne realizzato un restauro della piazza. Furono cambiate le reti di fognatura e di acqua piovana, si installò le nuove reti di energia, di teletecnica e conduttura d’acqua. Si pose una nuova superficie di granito, venne installata una nuova fontana e si ricostruì un vecchio pozzo. Ci si pose anche 161 lastre che commemorano i pellegrinaggi di Giovanni Paolo II in Polonia e in oltre 100 paesi del mondo
Antica Pasticceria K. Hagenhubera
Antica Pasticceria K. Hagenhubera
E là c’era una pasticceria. Dopo l’esame di maturità andavamo a mangiare le "kremówki".
Giovanni Paolo II


La casa fu costruita nella prima metà dell’Ottocento. Si trova in piazza principale al numero 15, allo sbocco della via Adama Mickiewicza, una volta via Wiedeńska. Attualmente è la sede di  una banca. Nel 1936 il palazzo venne affittato da un pasticcere arrivato da Brzesko – Karol Hagenhuber. Egli portò con se una ricetta di “kremówki” – dolci alla crema, prodotti da migliori pasticceri di Vienna. La pasticceria funzionò fino al 1945
Liceo Classico - L'ex scuola media inferiore
Liceo Classico - L'ex scuola media inferiore
All’Altissimo piace ciò che è puro, venite nel vestito pulito e con le mani pulite prendete l’acqua della sorgente

questo motto di Albio Tibullo è visibile sopra all’entrata del liceo. Il ginnasio di Wadowice fu istituito nel 1866 come ginnasio classico. Il programma di insegnamento comprendeva, tra le varie materie, le seguenti lingue: polacco, greco, latino, tedesco. Nella sua storia ci furono molti alunni famosi, per esempio san Józef Bilczewski o beato Alfons Maria Mazurek. La suola fu frequentata per otto anni da Karol Wojtyła. Fu un alunno eccezionale, sempre con i massimi voti dopo ogni semestre ed alla fine dell’anno scolastico. Ci sono anche due annotazioni accanto ai voti: "con un interesse particolare".
Convento dei Carmelitani Scalzi - Santuario di San Giuseppe
Convento dei Carmelitani Scalzi - Santuario di San Giuseppe
Il convento e la chiesa furono edificati tra il 1897 ed il 1899. Presso l’Altare Principale troviamo l’immagine di S. Giuseppe, accompagnata sui lati dalle figura di S. Giovanni della Croce e S. Teresa d’Avila. Il dipinto di S. Giuseppe fu decorato con l’anello papale di Giovanni Paolo II, ricevuto in occasione della sua prima visita pastorale in Messico. Nelle navate vi sono tre altari: quello della Madonna dello Scapolare e del beato Alfons Maria Mazurek, quello di S. Rafał Kalinowski e del Bambino Gesù di Praga, nonché quello di S. Teresa di Lisieux. Accanto all’altare della Madonna del Carmine, in una rosetta dorata, possiamo vedere lo scapolare papale. All’interno del museo è possibile visitare due esposizioni. Una di esse è la cappella dedicata al Servo di Dio p. Rudolf Warzecha, mentre l’altra è costituita dalla cella del fondatore del convento – S. Rafał Kalinowski.

www.karmelwadowice.pl
Chiesa di San Pietro Apostolo
Chiesa di San Pietro Apostolo
Costruita come il voto di ringraziamento per l’elezione di Karol Wojtyła al vescovo di Roma e per la sua miracolosa salvazione durante l’attentato del 13 maggio 1981. Consacrato da Giovanni Paolo II durante la sua seconda visita pastorale a Wadowice, il 14 agosto 1991. L’altare maggiore ha la forma di una proiezione orizzontale della Basilica di San Pietro in Vaticano con il quadro che è la copia dell’affresco cinquecentesco del Perugino “La consegna delle chiavi a S. Pietro da parte di Cristo”. Negli altari laterali ci sono: la figura della Madonna di Fatima e il quadro della Divina Misericordia “Gesù confido in Te”. Dietro alla chiesa è presente un Golgota simbolico con le stazioni della Via Crucis e targhe sulle quali sono state incise le otto beatitudini ed i dieci comandamenti.

www.swpiotr.wadowice.pl
Caserme del 12. Reggimento di Fanteria
Caserme del 12. Reggimento di Fanteria
L' edificio è della metà dell’Ottocento e costituisce un tipico esempio della costruzione militare inalzata sotto l’occupazione austriaca di quel territorio. Le caserme furono costruite sul piano di quadrato, con un cortile interno. Inizialmente erano occupate dal 56. Reggimento di fanteria dell’esercito austriaco, dopo la Prima guerra mondiale chiamato il 12. Reggimento di fanteria della “Terra di Wadowice”. Là faceva soldato il padre del futuro papa. Giovanni Paolo II menzionò per esempio l’orchestra del 12. Reggimento che aveva suonato durante le cerimonie patriotiche in piazza principale di Wadowice. Davanti alla caserma è visibile il monumento ai soldati morti durante le lotte con l’invasore sovietico nel periodo 1918–1921. Davanti al monumento si svolgono ogni anno celebrazioni patriottiche a cui partecipano le autorità cittadine, i veterani e gli scout.
Convento delle suore della Sacra Famiglia di Nazareth
Convento delle suore della Sacra Famiglia di Nazareth
E là andavo ancora all'asilo nido.
Giovanni Paolo II


A Wadowice le suore della Sacra Famiglia di Nazareth arrivarono nel 1896. L’attuale edificio del convento fu costruito nel 1905. Nel corso della storia della casa, le Suore gestirono, tra le altre cose, una scuola di sartoria per le ragazze ed un giardino d’infanzia dove si recava il piccolo Karol dopo la morte della madre Emilia. Attualmente le Suore della Sacra Famiglia di Nazareth gestiscono una Casa di Assistenza Sociale, si occupano delle chiese di Wadowice e, come da tradizione, si prendono cura dei bambini dell’asilo infantile. Dal 1984, per volontà del Cardinale Franciszek Macharski, le suore si occuparono anche del Museo Pontificio. Dopo la trasformazione del Museo della Casa Natale del Santo Padre Giovanni Paolo II in ente statale, le religiose partecipano alle attività museali.
L'antico palazzo dell'Associazione "Sokół"
L'antico palazzo dell'Associazione 'Sokół'
O Ismene amata, sorella consanguinea, sai quale delle sventure, ereditate da Edipo, Zeus non procurerà a noi due, che siamo ancora viventi?
frammento di "Antigone" di Sofocle


L'associazione ginnica “Gniazdo Sokoła [Nido del Falco]” fu  istituita a Wadowice nel 1887. Il primo palazzo dell’Associazione Ginnastica ”Sokół” fu costriuito nel 1889. L’edificio attuale venne inalzato con l’uso della struttura di costruzione del suo predecessore. Oggi è la sede del Centro di Cultura di Wadowice. Karol Wojtyła ci partecipava agli spettacoli come attore e co-regista. Nel 1999 durante un incontro con i fedeli citava i brani dall’Antigone, una volta presentata sul palcoscenico. Attualmente l’edificio ospita la sede del Centro Culturale di Wadowice, il cinema ed il palcoscenico su cui si svolgono numerose rappresentazioni.

www.wck.wadowice.pl
Copyright 2018 Viaggi Polonia | Ewa Piątkowska servizi di accompagnamento turistico in italiano per viaggi ad Auschwitz, Cracovia e nella regione Małopolska
Autorizzazione PW/5/12 licenza del 09/01/2012 | PIVA PL 678 155 33 80 | Os. Jagiellońskie 32/28 31-836 Cracovia (Polonia) | info@viaggioauschwitz-cracovia.it.
Posizionamento Google e Software Treviso www.ideawebtreviso.it